Parodontite

Piorrea: malattia parodontale

In collaborazione con Excellence Dental Network

Terapia parodontale minimamente invasiva biologicamente guidata

terapia laser
diagnosi terapie

Guarda i casi clinici curati con microscopio e laser
La terapia minimamente invasiva, biologicamente guidata, si pone come obiettivo primario l’eliminazione dei batteri, causa principale della parodontite. E’ una terapia strettamente non chirurgica, basata sull’utilizzo del microscopio operatorio e del laser ad alta potenza per garantire una completa eliminazione del tartaro e una profonda decontaminazione dai batteri presenti nelle tasche. E’ una terapia indolore, eseguita nella maggior parte dei casi senza anestesia, che si completa quando il test microbiologico mostra una percentuale di patogeni totali sotto l’1%.

 

La terapia che viene programmata conta di sedute di ablazione del tartaro eseguite rigorosamente al microscopio e di sedute di laser. L’igiene orale eseguita attraverso questa metodologia ci permette di rimuovere le concrezioni di tartaro che si trovano molti millimetri in profondità, rendendo l’ eventuale trattamento chirurgico una trattamento completamente superfluo. Una volta rese lisce e perfettamente pulite le radici dei denti si effettua una terapia laser che ci permette di eliminare completamente i batteri sia quelli liberi sia quelli dentro i tubuli dentinali.
odontoiatra al microscopio La terapia laser è assolutamente indolore e dopo poche applicazioni il sanguinamento, la  sensibilità , la profondità di sondaggio patologica e la sintomatologia associata a malattia scompaiono. Una volta terminata la terapia eseguiamo nuovamente le analisi microbiologiche che ci confermeranno l’avvenuta eliminazione dei batteri patogeni e ci dimostreranno l’avvenuta guarigione dall’infezione. Con il tempo si potrà assistere ad un secondo tipo di guarigione che è quella dell’osso: mantenuto nelle condizioni ideali è possibile apprezzare nell’arco di 12 mesi una ricrescita naturale dell’osso stesso.
A differenza di molte malattie dove  un microrganismo patogeno provoca una malattia e quindi un solo farmaco può risolvere il problema, la parodontite è un’infezione polimicrobica, cioè sostenuta da più microrganismi. Questo significa che non è possibile fare una terapia farmacologica mirata che da sola sia sufficiente a risolvere la malattia. Questo è dovuto anche al fatto che il cemento radicolare e i tubuli dentinali , dove si accumulano   i batteri, è un tessuto privo di vasi sanguigni, ne deriva che anche il più potente antibiotico non arriverebbe a destinazione.  Stesso si deve dire per una terapia topica con colluttorio: la quantità di antibatterico  che arriverebbe all’interno di una tasca o dentro una concrezione di tartaro, attraverso uno sciacquo, non è sufficiente a risolvere la patologia.